11.08. Seconda prova (Test situazionali)

La psicodiagnostica ( link ) è la disciplina che si occupa della valutazione e della diagnostica psicologica, personologica e psicopatologica, attraverso l'uso di un repertorio integrato di questionari, inventari di personalità, batterie e tecniche testistiche (psicometriche e proiettive), colloqui clinici, esami neuropsicologici e valutazioni osservative; il tipo di tecniche e strumenti usati variano di volta in volta, in base al contesto e dallo scopo della valutazione, all'età ed al tipo di eventuali difficoltà dei soggetti valutati, ed all'orientamento teorico e formazione specialistica del valutatore.

Con competenza trasversale ( link ) s'intende quell'insieme di caratteristiche personali dell'individuo che entrano in gioco quando egli risponde a una richiesta dell'ambiente organizzativo e che sono ritenute essenziali in ambito lavorativo per trasformare una conoscenza in comportamento. Il termine è dunque utilizzato per indicare capacità ad ampio spettro, non specifiche di una professione o di un ambiente organizzativo e applicabili a compiti e contesti diversi. Il concetto è simile a quello che in inglese viene denominato core skills, key skills, cross competencies, in tedesco Schlüsselqualifikationen, übergreifende Kompetenzen e in francese compétences transversales. Esempio di competenze trasversali: capacità di diagnosi, di relazione, di problem solving, di decisione, di comunicazione, di organizzazione del proprio lavoro, di gestione del tempo, di adattamento a diversi ambienti culturali, di gestione dello stress, attitudine al lavoro di gruppo, spirito di iniziativa, flessibilità, visione d'insieme.

I test situazionali mirano a questo, a verificare la presenza delle capacità nel dipendente (spesso su profili alti dirigenziali o direttivi) mediante la somministrazione di test mirati.

-- continua a leggere il capitolo acquistando la versione completa del libro o, se sei già abbonato accedi a https://book02.omniavis.com--